Francescane.net

LA PASQUA CON FRANCESCO
Scritto da Laura
Lunedì 11 Aprile 2011 10:59

“Sulle orme di Francesco viviamo la Pasqua”

Esperienza Assisi 2011

di Laura

 

I giorni di fraternità vissuti presso la casa di Assisi sono stati intensi e pieni di amore verso Dio. Gli incontri, i momenti di preghiera, di condivisione e di svago che hanno contrassegnato l’esperienza di un gruppo di giovani ragazze dal 14 al 17 aprile 2011 sono stati tutti all’insegna del messaggio che Cristo ci ha dato alla vigilia della sua Passione: “Ho desiderato ardentemente mangiare questa Pasqua insieme a voi”. L’invito di Cristo è ad accompagnarci sempre, in ogni momento della nostra vita, e in special modo in prossimità di una festività importante come quella della Pasqua, cuore dell’anno liturgico. Gesù desidera ardentemente rimanere con noi, amarci, non perderci mai di vista: ma questa non è una cosa da dare per scontata. Prima dell’esperienza di Assisi non avevo mai pensato che il desiderio di Gesù di avermi vicino a sé potesse essere così forte.

Grazie al sapiente aiuto di Fra Simone, che ci ha guidati in un percorso di 4 differenti tappe attraverso la lettura del Vangelo, abbiamo potuto aprire il nostro cuore alla presenza di Gesù nella nostra storia personale, nel nostro vissuto, in quello dei nostri fratelli, nei nostri pensieri, nei nostri sogni. L’amore di Dio è infinito – ci ha spesso ripetuto Fra Simone – e i nostri limiti non sono ostacoli nel cammino di fede. La consapevolezza di un amore smisurato, che non guarda alla bassezza del nostro peccato e alla miseria della nostra vita è stata una delle più belle acquisizioni di questi giorni. Vivere sapendo che nonostante gli sbagli – consapevoli o inconsapevoli – che tutti noi facciamo c’è sempre e comunque un Padre buono e misericordioso pronto ad accoglierci ha ridato nuova fiducia al mio percorso di fede. Anche l’esperienza di Francesco d’Assisi e la visita ai luoghi in cui la sua santità si è rivelata ha dato nuova linfa ad un cammino che spesso è tortuoso e difficile. Francesco non ha subito compreso il messaggio che il Cristo Crocifisso gli ha rivelato: soltanto maturando nella fede e nell’amore verso Dio ha potuto portare a pieno compimento il progetto divino. Così anch’io, nella confusione e nella tristezza che talvolta mi assalgono, penso che soltanto con costanza e pazienza Dio si rivelerà a me nella sua pienezza.

Un momento tra i tanti che ho impresso nel cuore è stata la processione del 16 aprile da Assisi a Santa Maria degli Angeli in ricordo della rinuncia di Chiara alle sue spoglie mortali e del suo conseguente ingresso nella comunità di Francesco. Vedere insieme giovani, anziani, consacrati e laici camminare e pregare lodando Dio è stata una visione piena di speranza: nel cammino verso Dio non siamo soli, ma ci sono sempre i nostri fratelli a sostenerci.

Ancor più bello è stato vivere quest’esperienza con altre giovani insieme ai nostri “angeli custodi”: Suor Consuelo, Suor Rosanna, Suor Rosaria e Suor Solange insieme a Pierpaola, che sta svolgendo il suo postulantato ad Assisi, e a Giovanna, impegnata nell’anno di discernimento vocazionale a Palermo. Avere accanto per tre giorni la figura del religioso ci ha insegnato la dolcezza e la tenerezza che distingue chi consacra la propria vita interamente a Dio. Un grazie speciale va dunque a loro e alla loro disponibilità all’ascolto. L’amore infinito di Dio si è manifestato, in quei giorni, nella finitezza dei lori gesti, dei loro sguardi, delle loro parole e del loro amore.


    

                        

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Maggio 2011 08:43
 

Indietro

Contattaci
CONTATTACI 
OnlusOltreMare

Siti amici
LINKS